Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi

pubblicato in: Guadagnare con un blog | 0

Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi

come guadagnare con un blog di cucina
Un blog di cucina può dare molte soddisfazioni a patto che si acquisiscono le competenze necessarie.
Guadagnare con un blog di cucina e’ un ottimo modo per sfruttare le potenzialità dell’inbound marketing.Nel precedente articolo guadagnare con un blog ti ho dato gli strumenti necessari per monetizzare un blog. Strumenti che ti serviranno anche per ricette di cucina retribuite.Il guadagno e’ possibile solo se il tuo blog di cucina e’ in grado d’intercettare tutti i bisogni dei tuoi potenziali lettori. Infatti, e’ necessario sviluppare una strategia di marketing molto ampia per questo tipo di blog. Ma e’ fondamentale tenere presente che ci sono molti blog molto autorevoli in campo di cucina, come per esempio Giallo Zafferano. Sara molto difficile all’inizio riuscire a competere anche a livello SEO e di contenuti con i siti piu’ autorevoli della categoria.Prima d’iniziare un qualsiasi progetto web e’ bene avere in mente tutte le tecniche del posizionamento sui motori di ricerca per creare un blog funzionamento nel medio e lungo periodo.

Se non disponi di molti soldi per andare da un web designer puoi creare il tuo sito. Con le tue mani. Ti consiglio di scegliere WordPress, facile, pratico e veloce per aprire un blog di cucina. La strategia di marketing migliore e’ produrre contenuti che soddisfano le necessita del lettore. Possono essere articoli, video, ebook, podcast. Qualunque cosa possa aiutare il potenziale lettore per preparare il piatto o il dolce che desidera. Nel tuo blog non dimenticare mai di inserire un modulo informazioni per la newsletter. La newsletter deve essere un mezzo per migliorare la comunicazione con i tuoi lettori. Non deve essere un modo per costringerli a compare qualcosa. Spammando email nella loro casellla di posta elettronica. Questo ‘e il peggior inizio che tu possa avere.

Quanto costa aprire un blog di cucina

Non ho nessuna intenzione
Se non sei pratico di strumenti web usa WordPress per il tuo blog di cucina. Semplice ed intuivo.
Rispetto al passato aprire un blog adesso è possibile per tutti. Infatti, lo spazio hosting (quello in cui risederà il blog) può arrivare tra le 80 e 100 € all’anno. Un prezzo abbordabile per tutti. Per di più non hai bisogno di una web agency per creare il tuo blog. Ma puoi usare direttamente i CMS come WordPress, Joomla o Drupal per svilupparlo. Ti consiglio come CMS di usare WordPress che è più facile ed intuito degli altri due. Quando farai l’abbonamento per lo spazio hosting ti verrà anche chiesto quale CMS scegliere. Tu scegli WordPress e tutto sarà semplificato. Fatto tutto ciò un blog o un sito web per funzionare ha bisogno un template o tema. E qui si apre una parentesi tra quali temi scegliere, se un tema gratuito o pagamento.

Non ho nessuna intenzione di giudicare i due tipi di template. All’inizio se non hai molta disponibilità economica puoi usare anche un tema gratuito direttamente dal database di WordPress. Però va detto, che ci sono temi premium che hanno anche funzioni SEO. Inoltre, permettono delle configurazioni, anche tramite shortcode che un tema gratuito non ha. In questo caso di parla di aprire un blog di cucina. Se fossi un programmatore web potresti modificare un tema child per WordPress. Ma dato che non tutti si dilettano per lavoro o passione nella programmazione. Il tema a pagamento è la strada migliore. Con un tema a pagamento hai un supporto e tutto l’aiuto che ti serve nell’uso. E molte funzioni per creare un sito web di cucina professionale. Un template a pagamento in media può costare sui 60 $. Ma sono soldi ben spesi.

Se invece non ti senti di fare da solo e dare il lavoro ad un webmaster i costi lievitano. Di solito, per un sito web si parte da 1500 € in su. Molto dipende dalle richieste sono fatte alla web agency. Ma non finisce qui. Ci sono anche i costi per promuovere il blog anche usando una pagina Facebook aziendale. Ed essere in grado di scrivere post coinvolgenti su Facebook e ottimi testi sul blog. Se non riesci dovrai assumere un Seo Copywriting.Nel blog di cucina le immagini fanno l’80 – 90 % del successo. Infatti, si dice che prima si mangia con gli occhi e poi con la bocca. Con i telefoni di ultima generazione è possibile fare foto e video in alta definizione. Non è necessario, secondo me, affidarvi ad un fotografo professionista. Questa è una mansione che potete fare da soli. Considerando anche il budget che avete. Saper usare bene Intagram, Pinterest, Forsquare e anche Facebook è il jolly più importante nella carriera di food blogger.

Come chiamare un blog di cucina

Come ogni blog il titolo deve rappresentare la sintesi di quello che proponi nella tua piattaforma web. Deve far capire al primo colpo d’occhio cosa offri oppure quali sono i tuoi servizi. Il nome che sceglierai dovra essere attinente alla sotto nicchia di mercato. Se hai scelto di trattare la cucina toscana e’ inutile che inserisci ricette campane. Se lo fai ci deve essere un nesso logica con la cucina toscana.In linea di massima, il nome deve far capire al potenziale lettore di cosa tratta il tuo sito web di cucina. Non ci deve essere nessuna ambiguità in questo. Le ambiguità portano solo distrazioni.Se proprio non ti viene in mente nessun nome per il tuo blog di cucina ci sono altre strade che potrebbero aiutarti:Usa il tuo nome: Se sei un freelance o un’azienda questa e’ la strategia migliore. Ci metti fin da subito la faccia. Viene usata anche da coloro che sono professionisti del web. E’ una tecnica che ti consente di fare personal branding come non mai. Il tuo nome e cognome riuscirà a far volare la tua attivita professionale.Un soprannome: immagine un soprannome divertente e che lascia un’emozione al lettore. Si imprimeranno fin da subito il tuo marchio. Un questo caso ci vuole un’accortezza. E’ importante pensare se in un futuro quel soprannome e’ modificabile.Blending: essere abili nel manipolare le parole puo portare a creare dei termini di marketing interessanti. Il blending e’ un artificio linguistico che fonde due o più termini in uno solo. Ci sono diverse strutture linguistiche di blending.

Vediamole separatamente:

  • Fusione tra l’inizio e la fine di due parole:
  • Fusione tra l’inizio di due parole:
  • Fusione tra due parole in base ad una concordanza sonora:

Questa tecnica e’ in grado di sintetizzare i concetti fondendoli in uno solo. Ma il vantaggio più grande e’ di essere unico. Infatti e’ creato dal blogger stesso,Trovato il nome devi trovare dli strumenti necessari per comunicare con i tuoi lettori o potenziali clienti.Hai bisogno di uno strumento che gestisce l’email e di un autoresponder. L’autoresponder si occupa di rispondere al posto tuo. Pesna se avessi un lista do 2000 contatti e dovresti rispondere a manina uno alla volta. Non finiresti mai di arrivare alla fine questo noioso lavoro. L’autoresponder fa questo lavoro per te. Io ti consiglio due servizi per gestione email ed autoresponder:

Usando questi sofware stai facendo lead generation. Ossia la raccolta di contatti. Ma il tuo obbiettivo non e’ la raccolta di contatti. Il tuo obbiettivo essendo un imprenditore e’ di quadagnare.I sowtare sopramenzionati ti aiutano molto. Vediamo il loro funzionamento, con un esempio.Hai preparato una landing page, tramite questi servizi. E decidi di regalare un ebook sulla cucina della tua zona.Ogni volta che l’utente inserisce i dati nel modulo informazioni. L’autoresponder gli inviera’ un email. Dicendoli dove puo’ scaricare l’ebook gratuito.Questo e’ un processo meccanico ed automatico. Ma e’ necessario imparare come scegliere un nicchia di mercato e capire le motivazioni di acquisto di un cliente.Determinare la tua nicchia di mercato e’ importante. La cucina e’ una nicchia di mercato molto ampia. Difficilmente riuscirai ad avere visibilità con i portali web più anziani ed autorevoli.

Devi essere in grado di creare un sotto nicchia o micro target.L’insieme cucina e’ composto da altri sottoinsieme che in un modo o nell’altro sono collegati con il termine cucina.Adesso ti scrivo delle nicchie fino a restringere il loro campo specifico:

  • cucina mondiale
  • cucina europea
  • cucina italiana
  • cucina regionale italiana
  • cucina regionale locale
  • vendere tovaglie e bicchieri
  • articoli e libri sul bon ton a tavola
  • tovaglie e tovaglioli
  • tovagliette
  • bicchieri colorati
  • recensione libri di cucina

Sono alcune delle sotto nicchie dell’insieme cucina. Naturalmente sono solo degli esempi. Cerca di trovarne altri e scrivile nei commenti. Li aggiungerò nell’articolo’.Naturalmente per trovare queste sotto nicchie puoi usare Google trends. Google Trends ha la caratteristica di mostrare l’evoluzione di ricerca di una determinata parola chiave.

Creare un blog di cucina:

Trovare l’argomento attuale

Come ho detto all’inizio il posizionamento su Google e’ importante per ottenere la visibilità gratuita. Ma ottenere questo e’ necessario scovare degli argomenti che interessano il pubblico. Questo ti consentirà di offre ai tuoi lettori argomenti sempre nuovi ed attuali sulle ricerche più cercate.Per trovare nuove idee ti consiglio di usare AnswerthePublic.

Evita ogni tecnicismo, parla chiaramente

I lettori del web non amano molto i tecnicismi. Ma cercano velocemente l’informazione che gli serve. Cerca di eliminare ogni elemento che non porta nessuna nuova informazione. Ti consiglio di usare il principio KISS (Keep It Simple Stupid), rimani sul semplice, stupido. Questo acronimo significa scrivere nella maniera più semplice possibile. Ed arrivare subito al nocciolo della questione. Questo principio e’ usato nella programmazione di codice sorgente. Ma si può adattare ad ogni tipo di progetto.Di solito, quando si inizia una qualsiasi tipo di progetto si introducono molti argomenti. Molti interessanti, altri inutili. Infatti, un blog di cucina e’ molto complesso. Ed il principio KISS ti consente di comprendere quando fare una pausa. E riflettere su quali siano gli argomenti da inserire nel calendario editoriale.

Sviluppa un articolo facile da usare

Quando si tratta di ricette la facilita di uso deve essere il primo pilastro a cui pensare. Inoltre, dividi la spiegazione della ricetta in singoli blocchi. Per far si che anche un novizio sia in grado di seguire tutti i passaggi del piatto. In questa maniera il tuo lettore sarà in grado di prepararsi il pranzo o la cena oppure una sfiziosa merenda.

L’immagine della ricetta e’ la migliore forma di promozione

Il detto si mangia con gli occhi prima che con la bocca funziona ancora. Usa delle immagini ad alta definizione per far conoscere le tue ricetta al tuo potenziale lettore. Per di più, la foto ha una grande probabilità di essere condivisa sui social media.Ma non ti fermare solo ad inserire una foto statica. Crea anche delle immagini dinamiche creando un video. Magari da inserire nel canale YouTube del blog di cucina.Inserendo un video su Youtube svilupperai il bersonal branding del blog di cucina. Ed otterai traffico verso il tuo sito web.

Non dimenticare i Social Network

Questo tipo di blog e’ sopratutto visuale che di testo. Gli utenti prima di leggere la ricetta vedono le immagini. Ed e’ utile usare i social visuali come:

Anche Facebook e’ utile per questo tipo di blog. Peccato che dopo gli ultimi aggiornamento dell’algoritmo la visibilità organica sia ancora diminuita.

Aggiorna il blog in modo costante

Se vuoi ottenere dei risultati di visibilita e’ necessario pubblicare contenuti freschi almeno 1 o 2 volte alla settimana. La cosa migliore e’ pubblicare nuovi contenuti utili ogni giorno. Questa regola vale per tutti i blog non solo per quello che riguarda ricette e dolci. Infatti, se non si producono nuovi contenuti frequentemente i motori di ricerca faranno scendere dalla classifica il blog. La conseguenza più immediata e’ la perdita di visitatori.Inoltre, tutti i contenuti potranno essere condivisi attraverso i social network con una duplice funzione:

  • aumento del traffico per il blog
  • fare personal branding

Come vedi ci vuole molto lavoro per strutturare questo tipo di blog. Ti consiglio prima d’iniziare questo progetto web di documentarti sui tipi di cucina che ci sono. E cercare di capire qual’è il settore che fa per te. Oltre a verificare che esiste un mercato per la nicchia scelta.

photo of andrea barbieri

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giuseppe Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

Aprire un blog di cucina traduzione inglese italiano" Traduzione inglese italiano

Rated 5/5 based on 650 customer reviews

Descrizione del prodotto: Guadagnare con un blog di cucina e’ un ottimo modo per sfruttare le potenzialità dell’inbound marketing.Nel precedente articolo guadagnare con un blog< ti ho dato gli strumenti necessari per monetizzare un blog. Strumenti che ti serviranno anche per ricette di cucina retribuite.Il guadagno e’ possibile solo se il tuo blog di cucina e’ in grado d’intercettare tutti i bisogni dei tuoi potenziali lettori. Infatti, e’ necessario sviluppare una strategia di marketing molto ampia per questo tipo di blog. Ma e’ fondamentale tenere presente che ci sono molti blog molto autorevoli in campo di cucina, come per esempio Giallo Zafferano. Sara molto difficile all’inizio riuscire a competere anche a livello SEO e di contenuti con i siti piu’ autorevoli della categoria.Prima d’iniziare un qualsiasi progetto web e’ bene avere in mente tutte le tecniche del posizionamento sui motori di ricerca per creare un blog funzionamento nel medio e lungo periodo.. Recensione dei clienti:

Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi – di ,April 9, 2017

5/ 5stars